vai alla galleria d'immagini: SOGGIORNO
vai alla galleria d'immagini: CUCINA
vai alla galleria d'immagini: CUCINA
vai alla galleria d'immagini: ARMADIO
scrivanie su misura per studio di architettura
Teoria e genesi progettuale
scrivanie di Laura e Giancarlo
Scrivania Laura - dati di partenza: tavolo utilizzabile senza privilegiare un'unica posizione di lavoro, anzi proponendone alcune in funzione anche della posizione della scrivania con le finestre presenti nella stanza. Infatti il tavolo è stato pensato sin dall'inizio per l'ambiente in cui sarebbe stato collocato. Altro punto di partenza è stato che una parte del piano doveva essere circolare e la forma complessiva non doveva essere ne simmetrica ne banale.
Con questi elementi si è trovata la forma a cometa come praticabile e da li si è sviluppato la ricerca formale delle gambe di appoggio. Per scelta le gambe dovevano essere robuste e le meno numerose possibili, inoltre diverse per forma e materiale.
Originariamente le gambe erano tre: una centrale e tornita sotto la parte rotonda e due squadrate agli angoli opposti.Solo a scrivania ultimata, verificata la non perentoria stabilità (esigenza di base) si è deciso di aggiungere un ulteriore appoggio li dove era staticamente più necessario, e la scelta di cambiare forma e materiale è stata ovvia. Avere scelto tre gambe acquistate da un catalogo industriale è stato congruente con la filosofia di ottenere un oggetto complesso componendo e ricomponendo gli oggetti di base: piano ed appoggi.
Questo atteggiamento (ricomposizione attraverso la scomposizione per ottenere complessità nell'oggetto finale, inglobando anche il percorso progettuale) è quello che ha portato ad individuare nel piano due elementi distinti: cornice e piano propriamente detto. Per scelta etico-progettuale la preziosità dell'oggetto non doveva risultare esclusivamente dalla preziosità dei materiali e delle lavorazioni, ma anche dalla forma e dal progetto. Quindi si è scelto un piano laminato di colore contrastante con i bordi che al contrario avrebbero risalto per materiale , lavorazione e dettaglio formale. In origine si era pensato all'ulivo come legno per le cornici, ma si è rivelato impraticabile come scelta e quindi, a seguito di una ricerca, si è convenuto sullo zebrano. L'acero ed il padouk sono stai scelti sempre seguendo la logica del contrasto, per esaltare la composizione.
A lavoro ultimato si è costatato che il laminato della parte circolare (di colore diverso dalla coda della cometa) non rendeva giustizia dell'armonia e della complessità delle parti di cui era composta la scrivania, così si è deciso di eseguire un'impiallicciatura in padouk per il piano circolare (sostituendo il laminato precedente, tranne che per una piccola sezione al bordo).

Scrivania Giancarlo - dati di partenza: il piano di lavoro doveva avvolgere la persona al tavolo ed anche in questo caso fin dall'inizio il progetto dell'oggetto è stato pensato per una stanza particolare.
L'oggetto è stato scomposto in piano, cornici (due, non quattro per accentuare il senso concavo) e due appoggi. Mantenuto lo zebranoper le cornici il laminato del piano è stato scelto per colore di contrasto. Stessa logica per il materiale degli appoggi (acero e padouk) che formalmente interpretano l'appoggio statico in maniera elaborata ed inventiva: la scelta di far emergere una porzione della gamba in acero nasce dalla volontà di intrecciare gli elementi progettuali, allo stesso modo come la sponda in padouk delimita un lato del tavolo. A lavoro ultimato alla sommità del cono tronco in acero si è aggiunto una specie di piatto in padouk per accogliere la base della lampada da scrivania, che nel frattempo era stata scelta.

Tutte queste mie idee hanno trovato realizzazione grazie alla collaborazione ed all'opera di un valente artigiano del legno. Sono molto soddisfatto del lavoro eseguito e sono contento di aver imparato qualche cosa di più di quando ho approntato i disegni. Questo lo devo al lavoro di Stefano Crocicchio.

     Arch. G. Smurra


Per la realizzazione di queste scrivanie sono stati utilizzati materiali molto diversi fra loro. Per i piani è stato usato del multistrato di pioppo, spesso 40 mm. rivestito su entrambi i lati con del laminato plastico opaco. La scelta del laminato, in sostituzione della laccatura, da molti considerata una finitura di maggior pregio, è dovuta essenzialmente alla maggior resistenza meccanica che il laminato offre. In questo caso non si è voluto sacrificare la funzionalità all'estetica.
Per quanto riguarda i bordi, che incorniciano i piani, è stato scelto del legno massello di Zebrano. Come si può vedere dalle fotografie, la vena del legno è stata disposta trasversalmente rispetto alla lunghezza dei piani, per un miglior effetto visivo. Ciò ha comportato, in fase di realizzazione, dei problemi che sono stati risolti assemblando numerose piccole sezioni di questo legno (vedi prima foto del capitolo progetto) dalla forma leggermente trapezioidale; in tal modo la modanatura del massello risulta essere sulla testa del legno, esaltando ancor più la particolarissima vena dai contrasti molto marcati.
I basamenti che sostengono i piani, sono anch'essi in legno massello. Il piano della scrivania più piccola (verde scuro) è sorretta da due basamenti diversi tra loro.
Da un lato una struttura a forma di triangolo rovesciato, realizzata in massello di Paduk, legno dal colore rosso scuro, contrasta fortemente con l'acero utilizzato per realizzare la colonna tornita , posta all'altra estremità del piano, dalla forma simile ad una clessidra. Questa colonna, dalla sommità conica, compenetra il piano, ed incastrandosi in esso lo sorregge.
Il piano della scrivania più grande, è sostenuto da un lato tramite una colonna tornita (anche in questo caso si è utilizzato del massello di Paduk). Sul lato opposto il sostegno è dato da due gambe realizzate in massello di acero dalla forma di prisma triangolare; inoltre nella parte centrale, e più sporgente del piano, disposte ad arco, troviamo tre gambe in acciaio di piccola sezione.

     S. Crocicchio
scroll immagini verso destra
scroll immagini verso sinitra
fine scroll immagini verso destra
fine scroll immagini verso sinistra
scrivanie su misura per studio di architettura
scrivanie su misura per studio di architettura
scrivanie su misura per studio di architettura
scrivanie su misura per studio di architettura
immagine del rullino
vai alla pagina home
vai alla pagina del chi siamo
vai alla pagina dei contatti
vai alla pagina del mio laboratorio
vai al sito della libreria SINE FINE
vai alla pagina della progettazione
vai al sito dedicato ai prodotti di alto design
 
 
 
Oriente antico offre oggetti orientali antichi e moderni
 
link precedente
link successivo
consegna
garanzia
assistenza

mappa del sito
info tecniche
webmaster - w3c
scroll immagini verso il basso
scroll immagini verso l'alto
fine scroll immagini verso il basso
fine scroll immagini verso l'alto
 
chiudi box informativo